Wi-Fi zone
Eventi a Roma
Gemme dell'Impressionismo PDF Stampa E-mail
Venerdì 29 Agosto 2014 04:29

 

alt

ROMA ARA PACIS " Le gemme dell'Impressionismo"

dal 23 Ottobre 2013 al 23 Febbraio 2014

La mostra nasce  da un 'idea di Roma Capitale e la National Gallery of Art di Washington.

Al  Museo dell’Ara Pacis di Roma  ci saranno 68 Opere di famosi artisti : Cèzanne, Gauguin,

Van Gogh,Renoir,Manet,Monet, Degas,  Boudin,etc etc

Tutti gli autori mostrano quell’innovazione nel colore, nelle pennellate e nella composizione

che ha fatto della pittura francese del tardo Ottocento uno dei momenti più felici della

storia dell’arte.

Ultimo aggiornamento Martedì 29 Ottobre 2013 18:59
 
Augusto dal 18 ottobre 2013 - 9 febbraio 2014 PDF Stampa E-mail
Venerdì 29 Agosto 2014 04:29

alt

Roma Scuderie del Quirinale dal 18 Ottobre 2013 al 09 Febbraio 2014


Organizzata in occasione del bimillenario della morte (19 agosto 14 d.C.), la mostra presenta le tappe della folgorante storia personale di Augusto in parallelo alla nascita di una nuova epoca storica. Figlio adottivo e pronipote di Cesare, Augusto fu un personaggio dotato di un eccezionale carisma e intuito politico. Riuscì, laddove aveva fallito persino Cesare, a porre fine ai sanguinosi decenni di lotte interne che avevano consumato la Repubblica romana e a inaugurare una nuova stagione politica: l'Impero. Il suo principato, durato oltre quaranta anni, fu il più lungo che la storia di Roma avrebbe mai ricordato e l'Impero sotto di lui raggiunse la sua massima espansione estendendosi a tutto il bacino del Mediterraneo, dalla Spagna alla Turchia, al Maghreb, alla Grecia, alla Germania.

La fine delle guerre civili fu abilmente presentata quale epoca di pace, prosperità e abbondanza: divennero allora centrali concetti quali pax, pietas, concordia, cantati da poeti del calibro di Virgilio e Orazio, e da tutti gli intellettuali radunati nel circolo cosiddetto di Mecenate.

Ultimo aggiornamento Martedì 29 Ottobre 2013 18:56
 
Galleria Borghese Bernini dal 01/12/2014 al 31/03/2015 PDF Stampa E-mail
Venerdì 29 Agosto 2014 04:29

alt

Galleria Borghese Roma dal 01/12/2014 al 31/03/2015


 La Galleria Borghese ha il privilegio di riunire, tuttora e nel medesimo luogo, la maggior parte delle opere che formavano la straordinaria collezione del cardinale Scipione Borghese. Il nucleo più importante delle sculture e delle pitture nella Galleria Borghese risale al collezionismo del cardinale Scipione (1579-1633), figlio di Ortensia Borghese, sorella del Papa Paolo V, e di Francesco Caffarelli, ma gli eventi dei tre secoli successivi, tra perdite e acquisti, hanno lasciato notevoli tracce.

Sono oggi conservate alla Galleria Borghese opere somme dei maggiori artisti del Cinque e Seicento; per citarne solo alcuni Raffaello con la Deposizione, Tiziano con l'Amor Sacro e l'Amor Profano o Venere che benda Amore, Caravaggio con la Madonna dei Palafrenieri, Canova e la Paolina Bonaparte, Dosso con la Circe, Correggio con la Danae, Bernini con l'Apollo e Dafne, Cranach con la Venere e Amore, Domenichino con la Caccia di Diana, o la collezione di Antichità.

La Galleria Borghese mira a colmare questa lacuna con un progetto programmatico di dieci grandi mostre in dieci anni, imperniate ciascuna su un artista di cui la Borghese conserva ancora oggi un capolavoro inamovibile.
Il ciclo di mostre vuole approfondire la conoscenza che studiosi e grande pubblico hanno di autori, anche molto noti, accostando per la prima volta ai capolavori della collezione Borghese prestigiosi prestiti dalle maggiori istituzioni museali del mondo.

Ogni anno verrà presentata l'opera di un grande autore del Cinque e Seicento; ciascuna mostra verrà inserita nel percorso della Galleria, al piano corrispondente all'attuale collocazione dell'autore.
Si verrà così a comporre un museo che vive ed omaggia periodicamente i propri capolavori ed in cui il pubblico potrà ammirare sia la collezione che le opere in prestito dall'estero con un sovrapprezzo sul biglietto.

Ultimo aggiornamento Martedì 29 Ottobre 2013 18:57
 
National Geographic, 125 anni. La Grande Avventura PDF Stampa E-mail
Venerdì 29 Agosto 2014 04:29

alt

ROMA Palazzo delle Esposizioni dal 28/09/2013 al 02/03/2014

 Attraverso le immagini dei suoi più grandi fotografi, la mostra ripercorre i momenti più importanti della storia della Society. Dai primi scatti fotografici apparsi sul magazine ai giorni nostri, con l'evoluzione della comunicazione e delle tecnologie che grazie a Internet e alla Tv garantiscono oggi un seguito di centinaia di milioni di persone in tutto il mondo, di cui trenta milioni di lettori del magazine e oltre un milione di lettori e "navigatori" in Italia.

"Poter gettare ponti che scavalchino millenni, continenti, civiltà, raggiungere esseri umani che lingue, scritture, leggi, costumi, fedi diverse parrebbero dividere inesorabilmente da noi, e scoprire invece che ci sono similissimi - quasi dei fratelli - ecco un insigne piacere". Prendo a prestito le parole di Fosco Maraini, scrittore, fotografo, viaggiatore-pellegrino, etnologo, perché si avvicinano molto più di altre alla mia idea di National Geographic. Perché se è vero che la Society ha offerto a milioni e milioni di persone l'occasione di scoprire il Mondo nella sua immensità, credo che il più significativo contributo riguardi la possibilità di conoscere direttamente tutti i viventi della Terra. E in primo luogo le genti.

Grazie al magazine - unico nel suo genere perché racchiude al suo interno più riviste - sono entrato in contatto con donne, bambini, vecchi dei luoghi più diversi. Ho appreso storie, culture, modi di vivere - e di sopravvivere - leggendo reportage bellissimi e guardando fotografie straordinarie.

Ultimo aggiornamento Martedì 29 Ottobre 2013 18:58
 
Archimede Musei Capitolini dal 31 Maggio al 11 Gennaio 2014 PDF Stampa E-mail
Venerdì 29 Agosto 2014 04:29

alt

ROMA MUSEI CAPITOLINI DAL 31 MAGGIO AL 11 GENNAIO 2014.

Una mostra sulla figura di Archimede, ingegno del III secolo a.C..

L'esposizione rivela i tanti aspetti del geniale scienziato siracusano illustrando lo straordinario contributo che hanno

dato le sue indagini ed invenzioni alla conoscenza del mondo antico e dei secoli a venire.

La mostra offre un ricco programma di eventi, conferenze e laboratori didattici. Infatti, lungo tutto il percorso ed in

particolare nell’ultima sezione dell'esposizione, sono presentati stazioni sperimentali, modelli ed exhibits che

coinvolgeranno attivamente i visitatori di tutte le età, per rendere comprensibili i principi archimedei, inoltre

attraverso i laboratori sarà possibile sperimentare alcune delle più significative esperienze archimedee e di effettuare

operazioni di calcolo secondo le conoscenze degli antichi.

Ultimo aggiornamento Martedì 29 Ottobre 2013 18:58
 


Pagina 1 di 13